Francesco Bellomo
Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”
Scienze agro-ambientali e territoriali

Francesco Bellomo è professore associato di Meccanica agraria presso l'Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. La sua attività scientifica ha riguardato: la meccanizzazione della coltura dell'olivo; l'analisi del bilancio energetico del processo di produzione dell'olio d'oliva e l'influenza del recupero e dell'utilizzazione dei residui su di esso; l'utilizzazione dei sottoprodotti di potatura dell'olivo ai fini energetici; lo studio sui cantieri di raccolta delle nocciole per individuare quello più idoneo alla raccolta meccanica; la progettazione e la realizzazione di un prototipo idoneo alla raccolta delle olive da terra; la certificazione di macchine motrici ed operatrici; lo studio delle problematiche riguardanti il mutuo adattamento macchina–pianta nelle differenti realtà olivicole al fine d’individuare l’ideotipo d’albero d’olivo con forma d’allevamento più idoneo alla raccolta meccanica del prodotto con l’utilizzo di macchine scuotitrici; l'estrazione dell'olio d'oliva da pasta denocciolata con l'utilizzo di sottoprodotti di scarto (polpa, nocciolo,seme); prove di laboratorio su di un impianto pilota per la separazione della sansa esausta nelle frazioni che la compongono (polpa, nocciolino, polverino) destinate a differenti usi; la meccanizzazione della coltura della vite; prove di vendemmia meccanica nel tendone pugliese per l'individuazione del cantiere più idoneo; la progettazione e la realizzazione di un nuovo sistema di allevamento a tendone per la vendemmia meccanica; la progettazione e realizzazione di un prototipo di vendemmiatrice meccanica per il tendone; l'individuazione di nuovi sistemi di lavorazione meccanica del terreno; l'utilizzo dei sottoprodotti agricoli come energia alternativa; la prerefrigerazione ad aria forzata dei prodotti agricoli ed in particolar modo dell'uva da tavola, del carciofo e del cavolfiore; le nuove tecnologie impiegate nell'ortovivaismo per la produzione di specie orticole radicate in torba; i problemi riguardo la tara terra nella raccolta meccanica delle barbabietole da zucchero; la messa a punto di una modulistica tecnico-economica per la determinazione del limite di convenienza riferita alla superficie minima d’impiego di una macchina agricola; la messa a punto di un nuovo sistema di allevamento di olivo superintensivo idoneo alla raccolta meccanica con l’utilizzo della vendemmiatrice; lo studio volto a stabilire la possibilità di meccanizzare l’operazione di mungitura delle razze di equidi maggiormente presenti nel territorio pugliese e gli aspetti tecnici, infortunistici e qualitativi della meccanizzazione della filiera olivicola.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto