Carlo Ranucci
Banca d’Italia

È nato a Roma il 6/12/1952 e si è laureato in Scienze Politiche nel 1977 all’Università “La Sapienza” di Roma con profili: economici, politico-sociologici, giuridici, storici, linguistici.
È Dirigente della Banca d’Italia con funzioni attinenti alla vigilanza bancaria e finanziaria, agli studi economici, all’arbitro bancario e finanziario, all’educazione finanziaria.
Ha rivestito ruoli di responsabilità in ambito giuridico/normativo presso l’Unità di Informazione Finanziaria della Banca d’Italia in materia di antiriciclaggio e antiterrorismo e presso il Servizio Antiriciclaggio dell’Ufficio Italiano dei Cambi che ha rappresentato presso il GAFI, l’OCSE e in diversi consessi nazionali e internazionali.
Ha maturato una consolidata esperienza nel settore delle relazioni sindacali, delle risorse umane e del trattamento economico previdenziale pubblico. Ha rappresentato l’UIC presso la Società Italiana Telelavoro e l’Associazione Italiana Formatori sviluppando esperienze specialistiche in Coaching e Programmazione Neurolinguistica.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto