Angelo Villa
Monza, 29/12/1951


Angelo Villa è psicoanalista e psicologo. Si è formato a Milano, Parigi e Roma. Ha conseguito il dottorato presso l’Università di Losanna e l’Università degli Studi–Bicocca di Milano. Ha lavorato nella struttura pubblica e, come professionista, svolge attività privata; effettua consulenze in varie comunità e cooperative che si occupano di disagio individuale e sociale, in Italia e all’estero. È direttore scientifico della Comunità Accoglienza Lavoro “Sorella Amelia” di Molteno (LC) e del progetto Crossing per adolescenti immigrati della Comunità di via Gaggio a Lecco. È docente presso l’Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata. Collabora con la rivista «Pedagogika.it». Pubblica saggi sulle riviste specializzate e in testi collettanei. Tra i suoi libri: Il tempo spezzato. La fine della cura nel trattamento delle psicosi (FrancoAngeli, 2005), Il bambino adulterato. Psicoanalisi e questione infantile: ipotesi di lettura (FrancoAngeli, 2008), La mano nel cappello. Psicoanalisi ed handicap grave (Stripes edizioni, 2008).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto