EVENTI
GALLERIA IMMAGINI
Roberta Bruzzone
Finale Ligure, 01/07/1973

Accademia Internazionale per le Scienze Forensi (AISF)

Psicologa Forense, Criminologa, Criminalista, analista della scena del crimine, esperta in Scienze Forensi. È stata membro del Comitato Scientifico della Polizia Postale e delle Comunicazioni, e' membro dell'American Society of Criminology e dell'European Society of Criminology e Presidente della Accademia Internazionale delle Scienze Forensi. E' Consulente Tecnico Forense del Telefono Rosa Onlus da molti anni. E' autrice di diverse trasmissioni televisive tra cui “La scena del crimine” e “Donne mortali” di cui è anche conduttrice.
E' articolista per la rivista settimanale Gente e Italianewsweek. Collabora in qualita' di consulente scientifico per numerose trasmissioni televisive. E' docente di Criminologia presso l'Universita' LUM Jean Monnet di Bari.
Svolge attività di docenza in vari corsi di perfezionamento e master universitari di numerose Università italiane (tra i più recenti incarichi di docenza universitaria della Dr.ssa Bruzzone: docente unico del seminario "Nuove prospettive nell'analisi della scena del crimine" nell'ambito del Dottorato di Ricerca in Scienze Forensi - Universita' degli Studi di Roma "Tor Vergata"). E’ docente accreditato presso gli Istituti di Formazione della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri.
Nel 2011 ha vinto il Premio Margutta come personaggio televisivo rivelazione dell'anno. Nel 2011 ha vinto il Premio Internazionale "ARCA" per la divulgazione scientifica istituito dal Lions Club Asti Alfieri. Nel 2012 ha vinto il Premio alla carriera istituito dall'Associazione Italiana Donne Medico. Nel giugno del 2012 e' stata nominata AMBASCIATRICE nel mondo del TELEFONO ROSA ONLUS (www.telefonorosa.it). E' il Direttore Scientifico de “La Caramella Buona Onlus” (associazione di volontariato contro la pedocriminalità - Sito "www.caramellabuona.org").
E' Program Manager nazionale della campagna "Un messaggio per non morire" contro la guida in stato di ebbrezza.Negli ultimi anni si e' occupata in qualita' di consulente tecnico e analista della scena del crimine dei principali casi di cronaca giudiziaria giunti all'attenzione dell'opinione pubblica (solo per citare alcuni dei casi di cui si e' occupata direttamente la Dr.ssa Bruzzone: il caso di Sarah Scazzi, il caso di Melania Rea, il caso di Barbara Cicioni, il caso dei "fidanzati di Policoro" e molti altri).
« Laddove la società è impostata in modo da concederti di esistere solo in quanto consumatore, e in questi periodi di crisi in cui a perdere tutto ci vuole un attimo, le pressioni sono tali da favorire il delitto. Ma la spinta all'omicidio c'è in tutte le culture »
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto