Antonio Genovesi


Antonio Genovesi (Castiglione, Salerno, 1713 - Napoli 1769) dopo aver seguito le lezioni di Vico, insegnò dal 1741 al 1745 all'università di Napoli insegnò metafisica e poi etica fino al 1753. A causa della pubblicazione della Metafisica (1743-1747) rischiò di essere condannato per eresia se non fosse stato protetto da C. Galiani, prefetto degli studi. Dopo il 1754, ottenuta la prima cattedra di Economia pubblica, si dedicò attivamente all'azione rinnovatrice del governo. Propose una consistente revisione della politica economica dello Stato napoletano basata su una fusione equilibrata di alcuni aspetti teorici del mercantilismo con elementi delle nuove correnti fisiocratiche e liberiste.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto