Marianna D’Ezio
Libera Università degli Studi Per l’Innovazione e le Organizzazioni (LUSPIO)
Facoltà di Interpretariato e Traduzione

Marianna D’Ezio si è laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università della Tuscia di Viterbo e ha completato un Dottorato di Ricerca in Letteratura Inglese all’Università di Roma “Sapienza” con una tesi sulla scrittrice Hester Lynch Thrale Piozzi.
Al momento vive e lavora in Italia, dove insegna come professore a contratto all’Università di Roma “RomaTre” e alla Libera Università per gli Studi, l’Innovazione e l’Organizzazione (Luspio). Inoltre è docente di corsi di letteratura a livello International Baccalaureate presso Marymount International College.
I suoi interessi di ricerca vertono sulla letteratura inglese e italiana del Settecento, con particolare attenzione alla scrittura femminile. Ha pubblicato numerosi saggi su alcune viaggiatrici inglesi in Italia (Lady Mary Wortley Montagu, Mary Berry, Elizabeth Gaskell), insieme ad altri articoli di vario argomento, sempre incentrati sul Settecento. Per Cambridge Scholars Publishing ha curato una raccolta di saggi dal titolo Literary and Cultural Intersections during the Long Eighteenth Century (2010) e la monografia Hester Lynch Thrale Piozzi: A Taste for Subversion (2010). Al momento sta lavorando a un volume per Peter Lang sui rapporti letterari tra viaggiatrici inglesi e salonnières italiane nel periodo del Grand Tour e a una raccolta di saggi su Sense and Sensibility di Jane Austen. All’interno della sua attività di traduttrice si ricorda la traduzione di Jane Eyre di Charlotte Brontë (Giunti, 2011).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto