Bruna Bianchi
Alessandria, 22/12/1949
Università Ca’ Foscari Venezia
Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati

Bruna Bianchi insegna Storia delle donne e Storia del pensiero politico e sociale contemporaneo presso l’Università “Ca’ Foscari” di Venezia. Studiosa della Grande Guerra, in particolare dell’esperienza bellica di soldati e ufficiali, si è occupata del pensiero pacifista e della deportazione della popolazione civile nel corso delle due guerre mondiali. Negli ultimi anni ha sviluppato il tema dell’emigrazione femminile e minorile dall’Unità al Secondo Dopoguerra. Nell’ambito della storia del pensiero politico e sociale si è occupata della riflessione sulla pace e sulla guerra dall’Ottocento agli anni tra le due guerre, in particolare del pensiero di Friedrich Engels, Tolstoj e Jane Addams. Attualmente il campo dei suoi studi riguarda il tema del pacifismo femminista e della condizione femminile nella deportazione. Dal luglio 2004 dirige «DEP. Deportate, esuli, profughe. Rivista telematica di studi sulla memoria femminile», periodico inserito nel sito web dell’Università “Ca’ Foscari”. Tra le sue pubblicazioni si ricordano: La follia e la fuga. Nevrosi di guerra, diserzione e disobbedienza nell’esercito italiano 1915-1918 (Bulzoni, 2001); Deportazione e memorie femminili 1899-1953 (Unicopli, 2002); Jane Addams, Donne, immigrati, governo della città. Scritti sull’etica sociale (curatela, Santa Maria Capua a Vetere 2004); Culture della disobbedienza. Tolstoj e i Duchobory. Con una raccolta di testi di Tolstoj e il carteggio con Verigin 1895-1910 (curatela con Emilia Magnanimi e Antonella Salomoni, Roma 2004); La violenza contro la popolazione civile durante la Grande Guerra. Deportati, profughi, internati (curatela, Unicopli, Milano 2006).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto