Francesca Di Pasquale
Palermo, 04/10/1976


Francesca Di Pasquale è attualmente post–doc researcher presso l’Institute for War, Genocide and Holocaust Studies (NIOD) di Amsterdam, nell’ambito del progetto “Four Centuries of Labour Camps. War, Rehabilitation, Ethnicity”. Ha conseguito il dottorato di ricerca nel 2007, presso la Facoltà di Scienze Politiche di Pisa, con una tesi dal titolo La scuola per l’impero. Politiche educative fasciste per gli arabi di Libia (1922–1940), e il titolo di archivista–paleografo nel 2009 presso la Scuola speciale per Archivisti e Bibliotecari della Sapienza Università di Roma. Dal 2008 al 2011 ha diretto il progetto per la salvaguardia e la valorizzazione dell’archivio storico libico presso il “Centro libico per l’archivio e gli studi storici” di Tripoli. Fra le sue pubblicazioni vi sono: La scuola di arti e mestieri di Tripoli in epoca coloniale (1911–1938), in «Africa», 42, 3, 2007; The spiritual correlation. The perception and the response of Libyan Muslims to the educational fascist policy (1931–1940), in «Orient Institut Studies», 1, Rethinking Totalitarianism and its Arab Readings, 2012; Sentinelle avanzate della patria lontana. Gli insegnanti in Libia in epoca coloniale (1911–1943), in Governare l’Oltremare. Istituzioni, funzionari e società nel colonialismo italiana, a cura di Gianni Dore, Chiara Giorgi, Antonio M. Morone, Massimo Zaccaria, Roma, Carocci, 2013, pp. 117–130; Être historien dans la Libye de Kadhafi. Stratégies professionnelles et pratiques mémorielles autour du Libyan Studies Center, insieme a François Dumasy, in «Politique Africaine», n. 125, Marzo 2012, pp. 127–146.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto