Fabio Caon
Venezia, 16/12/1972
Università Ca’ Foscari Venezia
Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati

Nasco in un freddo tardo pomeriggio del 1972, precisamente il 16 dicembre. A scuola prometto bene: mi sveglio la mattina alle 6 per ripassare, alzo spesso la mano, disturbo con moderazione; poi però giunge l'adolescenza e con essa il primo crollo motivazionale... dalle rovine escono intatte Francese ed Educazione Musicale. Così mi ritrovo in un istituto sperimentale a frequentare l'indirizzo linguistico e a portare Musica fino in quinta superiore. A 17 anni mi imbatto nella seconda crisi e nel contemporaneo incontro "romantico" con la letteratura francese. Da questo intenso rapporto nasce la mia iscrizione alla Facoltà di Lingue e Letterature a Ca' Foscari in cui opto per Francese e Inglese finché la poesia di Fernando Pessoa non mi rapisce facendomi preferire l'"inutile" "saudade" portoghese alle anglo-convenienze lavorative e globalizzanti. Sancisce una svolta nella mia lunga (ahimè ) carriera universitaria il corso di metodologia didattica delle lingue moderne, tenuto dal Prof. Balboni. L'entusiasmante esperienza risveglia probabilmente il mio patrimonio genetico sopito (mio nonno ha insegnato lingua e letteratura Francese a Ca' Foscari per vent'anni, mia madre e mia zia sono maestre) e mi appassiono definitivamente all'insegnamento, scegliendolo come strada maestra (appunto!). Mi laureo in Francese con il Prof. Balboni con una tesi dal titolo "Ipertesto e insegnamento della letteratura" e poi mi specializzo nell'insegnamento dell'Italiano a stranieri. Attualmente insegno Francese in un ITIS (lavorando anche con gli studenti stranieri al biennio), seguo -in qualità di facilitatore linguistico- diversi alunni stranieri inseriti nella scuola dell'obbligo a Venezia e Mestre per conto del Comune di Venezia-Servizi Educativi, mi diletto a far pentire il prof. Balboni di avermi come collaboratore e collaboro con la Rete Educatori di Strada (REdS) del Comune di Venezia, seguendo adolescenti con difficoltà di apprendimento. Oltre a questi impieghi, persevero con la musica dilettandomi con la chitarra e facendo il cantautore sognante e disperato, gioco a calcio ad un livello bassissimo (detengo svariati record negativi, attualmente sono il portiere più trafitto delle tre-venezie) e leggo molti libri di poesia.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto