José Esteban Antonio Echeverría
Buenos Aires, 02/09/1805


Esteban Echeverría (1805-1851), argentino di modeste origini, a ventiquattro anni parte per Parigi dove entra in contatto con il Romanticismo. Rientrato in patria si unisce al Salón Literario, ma quando Juan Manuel de Rosas, al governo in quegli anni, scioglie il gruppo, Echeverría fonda l’Asociación de Mayo, organizzazione di carattere politico. Nel 1840 è costretto all’esilio a Montevideo dove continuerà la sua attività letteraria fino alla morte. Tra le sue opere principali si ricordano il Dogma socialista, il poema La cautiva e El matadero.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto