Anna Maria Ruta
Palermo, 11/01/1937


E nata a Palermo, dove vive. Ha accompagnato alla funzione didattica una costante ricerca su alcuni ambiti della Letteratura e della Storia dell’Arte, soprattutto siciliane. Ha collaborato a quotidiani e riviste e ha pubblicato vari volumi e saggi su cataloghi, ha curato diverse mostre (La ceramica Florio, Gigi Martorelli, Salvatore Gregorietti. Un atelier d’arte nella Sicilia tra ‘800 e ‘900, Archimede Campini, Renato Guttuso - Gli anni della formazione(1925-1940), quest’ultima con Enrico Crispolti e per “Taormina Arte” Futurismo in Sicilia (2005) e Migneco europeo con Lucio Barbera (2009). I suoi studi si sono soprattutto appuntati sul Futurismo siciliano e dopo il volume Il Futurismo in Sicilia (1991) e le mostre Aereopittori e Futuristi a Catania a Le Ciminiere e Fughe e ritorni-Presenze futuriste in Sicilia, con una sezione dedicata per la prima volta a Benedetta Cappa Marinetti a Palermo, sugli artisti più significativi del movimento isolano (Varvaro, D’Anna, Rizzo). Nel 2009 ha curato con Maurizio Scudiero a Roma, per il centenario del Futurismo la mostra e il relativo catalogo, Sud Nord. La continuità del Futurismo. Ma diverse sono le mostre sul tema cui ha partecipato. Con Rosanna Piraino e Isabella Vesco ha pubblicato il volume dedicato a Gino Morici. Un eclettico personaggio del Novecento palermitano, ha poi cercato di riproporre alla critica la figura dello svizzero – liparese Edwin Hunziker. Più di recente ha curato a Messina e Palermo una mostra dedicata a Daniele Schmiedt e ha scritto su Alessandro Bazan, Giuseppe Simonetti, Saro Arizza, Giacomo Failla, Michele D’Avenia e tanti altri. Si è occupata anche di arte femminile (Luciana Anelli, Dal merletto alla bicicletta, curata da Anty Pansera per la Biennale della Donna a Palazzo dei Diamanti di Ferrara, Le ferite dell’essere. Solitudine e meditazione nella pittura siciliana degli anni Trenta, da lei curata per le Fabbriche Chiaramontane di Agrigento, Avanguardie femminili in Italia e in Russia 1910-1940, curata da Renato Miracco a Siracusa) e approfondito il percorso artistico di alcune pittrici operanti nella Sicilia degli anni Venti e Trenta. Ha curato quasi tutte le voci degli artisti futuristi siciliani per il Dizionario del Futurismo di Ezio Godoli (Vallecchi, Firenze) e collaborato con schede biografiche ai dizionari Italiane, Siciliane e Enciclopedia della Sicilia di Franco Maria Ricci, a cura di Caterina Napoleone e ai volumi Pittura II (1993) e Arti applicate IV del Dizionario degli artisti siciliani di Luigi Sarullo (Editrice Novecento, Palermo).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto