Anton Roca Ramon
Reus, 12/09/1960


Anton Roca Ramon emerge come artista nel 1977, e successivamente espone in numerose mostre personali e collettive, in un iter che dalla Catalogna lo porta attraverso la pratica di una coscienza nomade dell’arte, a viaggiare attraverso l’Europa. Il lavoro di questo artista, di formazione autodidatta, è caratterizzato da una stretta interazione tra le esperienze vitali e quelle artistiche. Nel 1986 apre la Mental Permanent Factory, un immaginario stato mentale di ascolto permanente nel quale esiste una predisposizione al dialogo e agli scambi continui, nonché a collaborazioni, con artisti provenienti da altri ambiti: musicisti, poeti, scrittori, attori. Attualmente è impegnato nella direzione artistica del Project Rad’Art, un centro dedicato alla ricerca artistica contemporanea, aperto nel 2010 nel Comune di Mercato Saraceno (FC) e focalizzato sulle residenze d’artista a livello internazionale, negli ambiti delle arti visive e la ricerca sonora. È anche impegnato nella direzione del progetto Una scuola per le mani, la scuola della cartapesta di Gambettola (FC).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto