Stefano Amorese
Roma, 06/10/1965


Faraòn Meteosès, anagramma e pseudonimo di Stefano Amorese (Roma, 1965). I suoi esordi artistici (anni 80) lo vedono collaborare con diversi gruppi di poeti ed artisti dell'underground romano. Al suo attivo Per ludum dicere (teatro di poesia), Glifi apocrifi e geroglifici ipertrofici (composizioni a voci plurime), altre performances, interventi radiotelevisivi, partecipazioni a varie rassegne di poesia, collaborazioni per elaborati sinestetici, pubblicazioni su riviste e in Rete. Suoi testi sono presenti in numerosissime antologie. E' autore delle raccolte poetiche: Samizdat (una plaquette autoprodotta nel 2000); Psicofantaossessioni (LietoColle, 2007); Ecolallaliche - una raccolta di poesie postdatate (Arduino Sacco editore, 2009) ed è coautore col fotografo Fabrizio Buratta del libro IL DOLCE CAMMINO... - Fermate a richiesta (Aracne editrice, 2010).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto