Francesco Margiotta Broglio

Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Politiche Comunitarie
Ufficio per la Cittadinanza europea

Dal 1971 è professore ordinario di Storia e sistemi dei rapporti tra Stato e Chiesa alla Facoltà di Scienze politiche “Alfieri” dell’Università di Firenze; precedentemente professore di diritto ecclesiastico all’Università di Urbino (1964-1968) e di Parma (1968-1971).
Ha anche insegnato nella Faculté de Droit “Jean Monnet”, Université de Paris; all’University College di Londra; all’Institut d’Etudes Politiques di Parigi; al Nuffield College, Oxford; è stato presidente del Master in relazioni internazionali dell’Università di Firenze.
È membro del collegio docenti del programma Socrates-Gratianus per il dottorato di ricerca in discipline canonistiche, Università di Paris XI.
Tra il 1983 ed il 1987 ha fatto parte delle commissioni governative per la revisione del Concordato e per la stipula delle intese con le confessioni religiose diverse dalla cattolica; attualmente presiede la Commissione consultiva per la libertà religiosa istituita dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Commissione governativa per l’attuazione delle disposizioni dell’Accordo tra Italia e Santa Sede, la Commissione governativa per la soluzione di alcune difficoltà interpretative delle disposizioni normative di derivazione concordataria, la Commissione governativa per la revisione dell’importo deducibile e per la valutazione del gettito della quota Irpef.
È presidente dell’International Council for friendship and good feeling between states for controversies on discrimination in teaching (Paris); dal 1997 è membro dell’executive board della delegazione italiana Unesco, della Commissione nazionale italiana per l’Unesco e del Most (Management of social transformations programme), oltre che di vari comitati per le convenzioni Unesco. Il 6 ottobre 2009, durante la 35° conferenza generale, è stato eletto alla carica di presidente del Comitato giuridico dell’Unesco, ruolo che ha ricoperto dal periodo 2009-2011.
Dal 1998 al 2004 ha fatto parte del management board dell’Osservatorio dell’Unione europea sui fenomeni razzisti e xenofobi (Eumc), con sede a Vienna.
È commentatore di politica ecclesiastica per vari quotidiani e periodici, tra cui il Corriere della Sera; dirige la collana “Religione e Società” (editore Il Mulino, Bologna).
È stato presidente della Fondazione “Primo Levi” di cultura ebraica e membro del Consiglio italiano per le scienze sociali (Roma). È membro di numerose istituzioni culturali ed accademiche, tra le quali: Consociatio internationalis studio Iuris canonici promovendo; European consortium for church and state research (Milano); Iclars (Milano); Forum internazionale ed europeo di ricerche sull’immigrazione (Torino).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto