Marina D’Amato
Roma, 12/03/1950
Università degli Studi Roma Tre
Dipartimento di Scienze dell’Educazione

Marina D’Amato è professore ordinario di Sociologia presso la Facoltà di Scienze della Formazione di Roma Tre dove insegna Sociologia, Sociologia delle comunicazioni di massa, Sociologia dell’infanzia; insegna anche all’Università Renè Descartes Sorbona Parigi 5, all’Università di Vincennes Parigi 8.
Ha condotto ricerche in Italia, in Francia, in Gran Bretagna, in Tunisia, in Moldavia e in Estonia e collabora con istituti nazionali e centri internazionali sui temi della comunicazione, delle politiche culturali e delle relazioni sociali. Coordina i comitati Sociologie de l’Enfance e Recits, Fiction et Societé, dell’AISLF (Associazione Internazionale dei Sociologi di lingua Francese) ed è membro della Commissione UNESCO per l’Integrazione sociale e per i beni immateriali.
Tra le sue pubblicazioni più recenti: Musei e identità sociale, 2012; Finzione e mondi possibili, 2012; Immaginario e satanismo, nuovi percorsi di identità giovanili, Universitaria, 2009; Telefantasie. La mondialisation de l’immaginaire, 2009; Per un’idea di bambini, Armando, 2008; Telefantasie, FrancoAngeli, 2007; Bambini Multimediali, a cura, Istituto degli Innocenti, Firenze, 2006.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto