Cesare Patrone
Buenos Aires, 14/04/1954
Corpo Forestale dello Stato
Capo del Corpo

Capo del Corpo forestale dello Stato è nato a Buenos Aires il 14 aprile 1954.
Laureato in Ingegneria Civile presso l'Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Nel 1981 entra a far parte dei ruoli del Corpo forestale dello Stato come funzionario. Fino al 1990 svolge servizio come capo dell'Ufficio tecnico presso il Parco Nazionale del Circeo.
Dal 1992 al 1995 è prima funzionario addetto al Servizio II della Gestione ex ASFD (Azienda di Stato per le Foreste Demaniali) e poi Capo del Servizio V dove si occupa della gestione delle Riserve Naturali dello Stato.
Nel 1995 frequenta il corso di formazione dirigenziale presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione.
Nel 1996 viene nominato Primo Dirigente. Dal 19 febbraio 1997 al 12 giugno 1999 è capo della Divisione II dell'Ispettorato Generale del Corpo, occupandosi di gestire direttamente, in una posizione di vertice, la materia delle aree protette con particolare riferimento al cosiddetto "danno ambientale". E' stato anche Capo del Nucleo che sovrintende ai Coordinamenti Territoriali per l'Ambiente del Corpo forestale i quali svolgono la sorveglianza in tutti i parchi nazionali.
Nel 1999 è nominato Capo Reparto Addestramento del personale della Scuola del Corpo forestale dello Stato.
Dal 1997 al 1999 è stato professore a contratto presso l'Università degli Studi del Molise.
Nel 2000 è nominato Coordinatore regionale del Corpo forestale dello Stato per l'Abruzzo.
Dal 22 aprile 2002 è Presidente del Parco Nazionale della Majella.
L'8 marzo 2004 è nominato Dirigente Superiore con decorrenza dal 1 gennaio 2003.
Il 28 aprile 2004 il Consiglio dei Ministri lo nomina Dirigente Generale, Capo del Corpo forestale dello Stato.
Coniugato con la signora Maria Pia, ha un figlio di nome Ilia.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto