Enzo Siviero
Vigodarzere, 19/01/1945
Università IUAV di Venezia
Dipartimento di Progettazione e Pianificazione in Ambienti Complessi

Enzo Siviero è nato a Vigodarzere (Padova) il 19 gennaio 1945; risiede a Padova, si laurea in Ingegneria Civile, Trasporti, conseguita a Padova nel 1969. Come ingegnere opera nel campo delle strutture e delle infrastrutture con particolari riferimenti ai temi dell’Architettura Strutturale. Dal 1972 affianca all’attività professionale, l’insegnamento presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (ora Università Iuav di Venezia). Dopo poco più di un decennio di attività scientifiche e didattiche di tipo tradizionale, sente la necessità di una maggiore aderenza dell’insegnamento delle strutture alle esigenze estetiche e culturali della progettazione architettonica: si pone così all’origine di una svolta didattica che ha il suo fulcro nella ricerca di un equilibrio tra struttura e forma, comportamento meccanico e caratteristiche estetiche. Particolare attenzione è riservata al disegno concettuale dei ponti e alla loro integrazione nel paesaggio. Il suo insegnamento si ispira, in ultima istanza, al desiderio di rinnovare nelle nuove generazioni di architetti l’attenzione verso gli antichi principi vitruviani di firmitas, utilitas, venustas. È professore Ordinario di Tecnica delle Costruzioni (dal 1994) titolare del corso Teoria e Progetto dei Ponti (dal 1997), titolare del corso Progetto di Strutture (dal 2000), direttore del Dipartimento di Costruzione dell’Architettura (dalla sua fondazione nell’anno1994 fino al 2008) membro del Senato Accademico dal 1991 al 2008, è Vice Presidente Vicario del Consiglio Universitario Nazionale e rappresentante per l’area 08 Ingegneria Civile e Architettura (dal 2007), ha titolo di Consultant Professor conferito dall’Università Tongji di Shanghai (aprile 2008) Nel campo della ricerca le linee seguite nell’ultimo periodo privilegiano nuovi ambiti relativi al rapporto architettura-strutture, ai materiali innovativi, alla lettura strutturale delle costruzioni, alla sperimentazione sui materiali e sulle strutture. Tale attività ha dato luogo, negli anni, a una serie di pubblicazioni di carattere scientifico, sia come curatore, sia come autore (oltre 350). Dal 2006, inoltre, cura la rubrica Ponti e Viadotti della rivista Le Strade ed è responsabile dal 2008 della linea ponti e cantieri della rivista Il Nuovo Cantiere, è membro del comitato scientifico delle riviste L’Edilizia, Costruzioni Metalliche, Industrie della Prefabbricazione e Progettazione Sismica. È autore inoltre di diverse pubblicazioni di carattere tecnico-scientifico sul cemento armato precompresso, la gestione della realizzazione di opere strutturali e la loro durabilità nel tempo, la conservazione restauro e consolidamento dei manufatti stradali.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto