Antonella Gallo
Università IUAV di Venezia
Dipartimento di Culture del Progetto

Antonella Gallo (1963), architetto, consegue nel 1996 il titolo di dottore di ricerca in composizione architettonica con una dissertazione dal titolo Architettura e retorica. La costruzione del testo. Professore associato, insegna Composizione architettonica e urbana presso l’Università Iuav di Venezia. Dal 1990 al 1993 è redattore della rivista “Phalaris” diretta da Luciano Semerani e collabora ad alcune delle iniziative culturali promosse dalla Galleria Internazionale di Architettura della Fondazione Masieri di Venezia. Dal 2003 è membro del collegio dei docenti del dottorato in Composizione architettonica dello Iuav. Dal 2006 al 2012 coordina il Laboratorio di Progettazione architettonica 1 nel Corso di Laurea Triennale e il Laboratorio Integrato di Progettazione Architettonica nell’ambito del Corso di Laurea magistrale. Responsabile scientifico di unità nella ricerca Prin 2007 “Tecniche di progettazione degli insediamenti residenziali”, dal 2009 coordina l’unità di ricerca Iuav “Tecniche innovative di progettazione e costruzione dell’housing”. È stata responsabile scientifico della ricerca finanziata dal Fondo Sociale Europeo (Fse) per l’anno 2011-2012 “Gusci da abitare”. Alle ricerche inerenti il paesaggio, inteso come allargamento degli studi sull’architettura e la città, alle trasformazioni anomale (per scala e contenuto) che le grandi infrastrutture ed i processi di metropolizzazione hanno innescato, affianca nell’ultimo triennio le ricerche svolte sull’alloggio e la casa in tema di housing e studi di carattere critico-teorico su alcuni materiali della storia dell’architettura, in particolare sull’opera di Jože Plečnik e Lina Bo Bardi. Su queste tematiche nel 2004, nell’ambito della IX Mostra di Architettura della Biennale di Venezia, ha curato con Luciano Semerani e Giovanni Marras ordinamento e allestimento della mostra Lina Bo Bardi Architettoe nel 2006 l’esposizione Lina Bo Bardi Arquiteto, Masp – Museu de arte de São Paulo Assis Chateaubriand.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto