IN COLLANE & RIVISTE
Storia, consolidamento, restauro – Storia della meccanica   Contributi della Cattedra di Consolidamento degli Edifici Storici a cura di Paolo Rocchi – “Sapienza” Università di Roma – Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni”
Direttore
Storia, consolidamento, restauro – Sismica   Contributi della Cattedra di Consolidamento degli Edifici Storici a cura di Paolo Rocchi – “Sapienza” Università di Roma – Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni”
Direttore
Storia, consolidamento, restauro – Fascicolo del fabbricato   Contributi della Cattedra di Consolidamento degli Edifici Storici a cura di Paolo Rocchi – “Sapienza” Università di Roma – Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni”
Direttore
Storia, consolidamento, restauro   Contributi della Cattedra di Consolidamento degli Edifici Storici a cura di Paolo Rocchi – “Sapienza” Università di Roma – Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni”
Direttore
Paolo Rocchi
roma, 23/03/1944
Sapienza Università di Roma
Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell’Architettura (DISDRA)
Studio di Architettura, Ingegneria e Diagnostica

Paolo Rocchi, architetto, è professore ordinario di Consolidamento degli edifici storici presso la Sapienza Università di Roma. I principali progetti seguiti sono: la Basilica Patriarcale di San Francesco in Assisi, la Galleria Borghese, Castel Sant’Angelo, i Giardini del Quirinale, il Palazzo delle Esposizioni in Roma, la Galleria degli Uffizi in Firenze, i Sassi di Matera, gli studi sulla stabilità della cupola di san Pietro in Roma. È presidente dell’ASS.I.R.C.CO (Associazione Italiana Recupero e Consolidamento Costruzioni), membro esperto del Comitato Superiore dei Lavori Pubblici e membro del Comitato Tecnico Scientifico per i Beni Ambientali e Architettonici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto