Paolo Balmas
Sapienza Università di Roma
Dipartimento di Pianificazione, Design, Tecnologia dell’Architettura

Paolo Balmas è nato a Roma nel 1950. Laureato in Estetica nel 1973 ha collaborato fin dal 1975 con la cattedra di “Storia dell'Arte” della “Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Roma” (La Sapienza), cattedra di cui è stato titolare fino al 1989 il prof. Filiberto Menna. Dal 1981 è ricercatore confermato presso la detta Facoltà,( Dipartimento di Storia dell'Architettura fino al 1994-95 , poi Dipartimento di Architettura e Analisi della Città, ridenominato in seguito Dipartimenti di Architettura e più di recente Dipartimento di Architettura e Progetto)). Dal 1990 al 1994 ha collaborato con la cattedra di “Storia dell’Architettura Contemporanea” di cui era titolare il prof. Carlo Severati trasferitosi poi ad altro ateneo. Sempre nell’ A.A. 1993-94 ha iniziato a collaborare con la cattedra di “Storia dell’Architettura Contemporanea del prof. Paolo Portoghesi”, ed ha continuato la collaborazione con i corsi tenuti da detto docente anche quando questi ha optato per l’insegnamento di “Progettazione Urbana”, sempre nel 1993-94 è iniziata la collaborazione con la cattedra di “Storia dell'Arte Contemporanea” tenuta da prof. Achille Bonito Oliva. Nel 1994 la facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza” gli ha affidato l'insegnamento di "Storia dell'Arte Contemporanea” presso il “Corso di Diploma di Laurea in Disegno Industriale”. Detto affidamento gli è stato confermato per il 1996, il 1997, il 1998, il 1999 e il 2000. Dopo la scissione della Facoltà, nel 2001, la Prima Facoltà di Architettura dell’Università la Sapienza “Ludovico Quaroni” gli ha affidato il corso di “Storia dell’Arte Contemporanea” presso il Corso di Laurea in Architettura, nonché il corso di “Storia dell’Arte Contemporanea 2” presso il Corso di Laurea in Disegno Industriale, mentre sempre presso quest’ultimo corso continuava la sua collaborazione con il corso di “Storia dell’Arte Contemporanea 1” del prof. Bonito Oliva. A tali incarichi a partire dal 2002 si è aggiunto l’affidamento di Storia dell’Arte Contemporanea per il corso di Laurea U.E. (Università Europea) sempre riconfermato fino ad oggi e dal 2004 quello di Storia dell’Arte Contemporanea presso il corso di laurea T.A.C. riconfermato fino al 2006 anno in cui il Corso di Laurea in questione ha dovuto rinunciare a tale insegnamento per ragioni di monte ore. Nell’anno 2005 inoltre gli è stato affidato sotto forma di supplenza il corso di Storia delle Arti Decorative e Industriali presso la sede di Pomezia, insegnamento che gli è stato riconfermato finche tale sede è rimasta attiva ovvero fino al 2008. Con l’avvio infine della Corso di Laurea Magistrale in Disegno Industriale la Facoltà Ludovico Quaroni ha affidato al dott. Balmas, per quanto riguarda il triennio di base anche l’insegnamento di Storia del Disegno Industriale (che dal 2009 insieme a quello di Storia dell’Arte Contemporanea viene ricompreso in una unica disciplina denominata “Storia e Teorie dell’Arte Contemporanea) e per quanto riguarda il Biennio di Specializzazione anche l’insegnamento di Teorie e Storia della Critica d’Arte. Come critico d'arte il dott. Balmas ha pubblicato articoli e scritti di varia natura sui quotidiani “Avanti”, "Il Tirreno", "Il Manifesto","Paese Sera", "L'informazione", sul quindicinale "Metropolitan” e sulle riviste "Arte e Società", "Art Dimension", "Le Arti News", "Flash Art", "Efolo", "Artis", "Arte Argomenti", "Mostre e Musei", "Contemporanea", "Juliet", "Next", “Opening”, “Tema Celeste”,“Snap”, “NF”. Suoi saggi di natura più strettamente teorica sono apparsi inoltre sulle riviste, "Op. Cit", "La Rivista", "Bollettino della Facoltà di Architettura", "Artistes", "Controspazio", "La casa di pietra", “Groma Quaderni”, “Gomorra”, “Agalma”, “Artel”. E’ stato a lungo collaboratore del quotidiano "La Repubblica” (Inserto "Trovaroma"), redattore della rivista “Figure” e collaboratore fisso della rivista “Quadri & Sculture”; attualmente è condirettore e consulente scientifico del notiziario di arte contemporanea "Segno" con il quale ha cominciato a collaborare fin dal 1976 ( e per il quale è stato anche direttore scientifico del supplemento "Segno critica e documentazione" ) . Presso l'editore Politi nel 1988 ha pubblicato il volume Roma Arte Oggi, per la casa editrice Pratiche nel 1995 ha partecipato con un ampio saggio alla stesura del volume di Autori Vari Senso e Storia dell'Estetica, sempre nel 1995 per l'editore Oktagon di Stoccarda ha partecipato ancora con un saggio (dedicato alla storia della Biennale di Venezia) alla stesura del volume Garten der Künste, nel 2000 ha pubblicato con l’editore “Testo e immagine” la monografia Giorgetto Giugiaro ed ha redatto per la nuova Enciclopedia dell’Arte De Agostini la voce “L’Arte degli ultimi decenni”, nel 2001 ha partecipato alla stesura del volume di AA.VV. Estetiche della Globalizzazione con un saggio intitolato “Globalizzazione e derealizzazione nell’Arte Contemporanea” mentre nel 2004 all’interno del volume Musei che reclamano attenzione, curato da Achille Bonito Oliva per l’editore Gangemi, ha pubblicato un ampio saggio intitolato “Una mappa dei Musei di Arte Contemporanea” che prende in considerazione da un punto di vista architettonico e organizzativo 30 dei più importanti musei del mondo dal 1939 ad oggi. Infine nel 2005 ha pertecipato con un saggio alla stesura del volume di AA.VV. Allestire (Palombi Editore a cura di Lucio Altarelli) e nel 2010 a quella del volume L’Architettura degli Allestimenti ( Edizioni Kappa, a cura di Giovanna Donini). Il prof. Balmas è membro dell'A.I.C.A (Associazione Internazionale dei Critici d'Arte ) e giornalista pubblicista iscritto all'ordine per il Lazio e il Molise. Ha, inoltre, organizzato numerose mostre sia collettive che personali, (storiche, antologiche o d’attualità), presso gallerie private, associazioni culturali ed enti pubblici ed ha partecipato su invito con segnalazioni, presentazioni, saggi critici e interventi ad un gran numero di manifestazioni espositive nonché a diversi convegni (spesso di portata internazionale) su tutto il territorio italiano. Nel 1986 è stato membro di una delle commissioni della Undicesima Quadriennale d'Arte di Roma e nel 1993 membro di una delle commissioni della XLV Biennale di Venezia. Inoltre nel 1996 il Comune di Roma lo ha nominato "garante” all'interno di una delle commissioni della mostra- concorso "L'Arte a Roma".
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto